Il concetto di resilienza sportiva: uno strumento di vita

concetto di resilienza

Il concetto di resilienza si rivela fondamentale per affrontare i cambiamenti che la vita inevitabilmente ci propone.

Cambiamenti, si, come quelli che stiamo vivendo in questo periodo e che hanno trasformato le nostre abitudini e i nostri modi di vivere.

Ma, come possiamo adattarci, in modo positivo, a questi cambiamenti?

Con la resilienza 😉

Essa indica proprio la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici e di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà.

E, partendo dal presupposto che lo sport allena alla vita, la resilienza può aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi, superare le difficoltà e rispondere al cambiamento.

Vedremo qui come, nel concreto, questo sia possibile 😉

Il concetto di resilienza

In ambito psicologico, la resilienza può essere definita come la capacità dell’individuo di adattarsi in maniera positiva ad una condizione negativa e traumatica.

La capacità, cioè, di affrontare con successo un evento molto stressante che suscita sentimenti negativi e provoca sofferenze, ritornando alla condizione precedente l’evento in questione e uscendone rinforzati se non addirittura trasformati.

E’ proprio un modo positivo di adattarsi e rispondere al cambiamento o alle situazioni particolari e stressanti.

Gli individui resilienti sono coloro che, di fronte a difficoltà ed eventi traumatici, non si arrendono o si oppongono.

Bensì, al contrario, trovano la forza di andare avanti e sono addirittura capaci di trasformare l’evento negativo in una fonte di apprendimento che consente loro di acquisire competenze utili per migliorare la propria vita.

I meccanismi di resilienza sono presenti in ciascun essere umano e possono essere messi in atto da chiunque.

Pertanto, ciascuna persona è, potenzialmente, un individuo resiliente.

Tuttavia, non tutti sono in grado di mettere in pratica la resilienza e, anche se quest’ultima dovesse attivarsi, non è detto che i risultati ottenuti siano positivi e di miglioramento.

I soggetti resilienti sono, dunque, “attori” dei propri cambiamenti per riportarsi in una situazione di benessere.

La resilienza sportiva

Da sempre, lo sport è metafora della vita.

Superare gli ostacoli (soprattutto i propri limiti), raggiungere un obiettivo chiaro, competere con gli altri, sviluppare spirito di sacrificio.

Ancora di più, possiamo dire che lo sport allena alla vita.

Vi starete chiedendo perché.

Beh, se ci pensate, lo sport è uno stile di vita.

Infatti, come nella vita, praticare un’attività sportiva, significa intraprendere un percorso nel quale si definiscono mete ed obiettivi da raggiungere, non senza ostacoli da superare che, di volta in volta, richiedono impegno.

Ostacoli che vanno superati mettendo in campo ogni possibile soluzione al problema.

Con attività sportiva si intende, però, una vera e propria scelta dello sport da praticare, secondo le proprie aspirazioni ed inclinazioni.

La dedizione e la convinzione giocano un ruolo fondamentale nel raggiungimento degli obiettivi.

La resilienza come atteggiamento mentale

Proprio così, un atteggiamento mentale, in grado di mettere in campo l’adattamento alle novità e ai cambiamenti, che è capace sconfiggere tutti quei falsi miti come:

“Non ce la faccio” “Non ho le doti necessarie” “Non sono predisposto al cambiamento”.

Adattarsi al cambiamento richiede impegno e costanza e, a volte, è proprio l’elevate richiesta di impegno che tende a farci desistere o rinunciare.

Questo avviene in campo sportivo ma anche nella vita quotidiana di tutti i giorni e in tutte le situazioni: lavorative, scolastiche, famigliari, del tempo libero.

Il cambiamento comporta anche un grande sforzo da parte del cervello il quale, a livello inconscio, ci spinge a non cambiare la condizione attuale, inviandoci segnali di stanchezza e spossatezza, e portandoci così a desistere.

Alcuni sintomi potrebbero essere: dolori muscolari, crampi, segni di malessere, stanchezza.

L’attività fisica, dunque, crea in noi le basi necessarie al cambiamento, in quanto ci permette di prenderci cura di noi stessi  aiutandoci a stare meglio, sia fisicamente che mentalmente.

Per superare gli ostacoli che incontriamo nella vita, infatti, occorre una grande forza di volontà ed un atteggiamento mentale capace di attenuare, se non addirittura eliminare, angosce, paure e ansie.

Ed è di tutto questo che parleremo nel Terzo Modulo del Ciclo di incontri formativi “EduchiAmo Noi Stessi”.

Di cosa parleremo

In questo modulo l’attenzione è focalizzata sulle condizioni di cambiamento che, giorno dopo giorno, possono portare novità e trasformazioni al nostro quotidiano modo di vivere, come sicuramente l’attuale situazione di emergenza.

La capacità di adattarsi a questi cambiamenti, prende il nome di “resilienza”.

Nella prima parte, infatti, viene descritto il concetto di resilienza, inteso come capacità di adattamento e di azione, in grado di portarci a intraprendere nuovi percorsi che, il più delle volte, ci consentono di adeguarci alle nuove situazioni.

Le ultime parti ci parlano, in concreto, di quali possono essere gli strumenti da adottare per permettere a questi cambiamenti di avvenire.

In questo senso, lo sport e l’attività sportiva, in quanto stili di vita orientati al raggiungimento di obiettivi e al superamento di ostacoli e difficoltà, possono sicuramente aiutarci.

Per informazioni scriveteci.

Vi aspettiamo!

Potrebbe interessarti...

Lascia un commento

×