Rapporto tra genitori e figli: conflitti, rischi e problemi adolescenziali

Diversi sono i rischi per un ragazzo in fase di crescita, è l’adolescenza, infatti, il periodo più delicato, in cui si manifestano comportamenti sempre legati al proprio vissuto d’infanzia.

Il rapporto tra genitori e figli può rivelare le modalità di adattamento del ragazzo all’ambiente circostante, di rapportarsi con gli altri e manifestare i propri schemi comportamentali.

La criminologia è una disciplina che studia la società, le sue caratteristiche ed i mutamenti che avvengono in ed attorno ad essa.

I temi di studio e ricerca sono ampi, ma significativo è lo studio di quali comportamenti umani possono essere indicativi e predittivi di future condotte devianti.

Nello specifico, insieme allo studio del comportamento degli individui, la criminologia si concentra soprattutto sull’analisi del contesto di vita della persona, del proprio gruppo di appartenenza, della famiglia.

La criminologia vuole comprendere quali sono i metodi migliori e gli strumenti più adeguati per lavorare ad una prevenzione di tutti quei comportamenti al limite della legge o della pericolosità, a protezione del nucleo famigliare, dell’individuo stesso e della società.

Uno degli ambiti trattati dalla disciplina criminologica è quello dei comportamenti a rischio negli adolescenti, in cui possiamo includere fughe, assentarsi da scuola, la guida pericolosa, l’eccesso di fumo o alcool, che si verificano soprattutto all’interno del gruppo di pari.

Gli stati di noia o di ricerca delle sensazioni forti si accompagnano ad un periodo di crescita in cui si cerca di sfidare il mondo degli adulti.

È in questo periodo di vita che si possono verificare comportamenti a rischio della propria ed altrui incolumità, che sono sempre dettati da fattori quali l’ansia personale o un ambiente di vita particolare.

La scienza criminologica assiste l’esperto pedagogista completando e perfezionando le sue conoscenze in merito al tema del disagio adolescenziale, facendo molta attenzione al rapporto genitori e figli nel tempo.

Insieme possono fornire un sostegno educativo ed una guida a genitori ed insegnanti, tramite l’implementazione di progetti per le scuole o piani educativi personalizzati rivolti ai singoli.

In questo senso, quello che facciamo è:

  • Effettuare una valutazione del comportamento problematico, individuando i fattori di protezione e i fattori di rischio.
  • Preparare piani strutturati individualizzati di rieducazione rivolti ad adolescenti e alle famiglie.
  • Effettuare una valutazione delle risorse a disposizione dell’adolescente in difficoltà ed implementazione di nuove soluzioni.
  • Elaborare nuovi metodi di gestione della rabbia attraverso il controllo delle proprie emozioni, per favorire la responsabilità, il cambiamento e l’autocontrollo nel ragazzo.
  • Progettare percorsi di approfondimento ed avvicinamento alle tematiche relative al rischio di sviluppare dipendenze ed altri temi correlati, per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

Il nostro intervento è mirato a sostenere i ragazzi in età adolescenziale, stimolando le loro capacità, la loro autostima, lavorando insieme a loro in prima persona al fine di valorizzare le loro risorse.

Insieme ai ragazzi possiamo individuare eventuali momenti di crisi per favorire la loro ricerca autonoma di soluzioni.

Con il nostro aiuto i vostri figli saranno in grado di incrementare l’autocontrollo, la responsabilità e la consapevolezza delle proprie azioni.

× Contattaci!