Separazione e divorzio con figli minorenni: l’impatto e le conseguenze

genitori separati

Avere genitori separati può comportare un costo molto alto in termini di sofferenza psicologica e ansia, e può incrinare l’equilibrio dei membri della famiglia coinvolti in tali processi.

La separazione e il divorzio si configurano come soluzioni di scioglimento del matrimonio, quando i rapporti coniugali, il legame d’amore originario e la convivenza non sono più sostenibili.

Soprattutto in presenza di figli, tante possono essere le conseguenze di un atto di separazione coniugale: angoscia, disturbi scolastici e comportamentali, che possono sfociare anche in atti di violenza etero- ed auto-diretta.

L’ambiente circostante, la famiglia, la presenza e la vicinanza di eventuali fratelli, dei nonni, il gruppo di amici, svolgono in questo processo un ruolo fondamentale.

E’ necessario esaminare e studiare a fondo i fattori che circondano il bambino o l’adolescente, al fine di stabilire su quali risorse egli potrà contare per rafforzare la propria autostima e la sicurezza di sé.

Tra le variabili da considerare rientrano l’età del bambino e la tipologia della separazione, se consensuale o giudiziale.

Nella separazione giudiziale il rischio di disagi è più elevato, in quanto si tratta di un procedimento più lungo, conflittuale e che può avere alle spalle un lungo periodo di turbolenza famigliare vissuta tra le mura domestiche.

Ciò che viene considerato in modo prioritario dal Giudice in caso di figli di genitori separati è comunque sempre l’interesse del minore e della sua armonia.

Per accompagnare i figli in questo momento difficile importante è la capacità di cooperazione tra i due genitori, le abilità comunicative ed il dialogo, il rispetto reciproco, intesi come fattori protettivi.

La presenza di atteggiamenti strumentali di squalifica tra genitori possono diventare forme di violenza assistita, nei confronti dei figli, con conseguenze molto gravi.

Ciò che studia la criminologia sociale, insieme ad un pedagogista esperto in prevenzione di comportamenti a rischio, sono i fattori ambientali che possono fornire un ostacolo o un aiuto al ragazzo in un momento di difficoltà come, ad esempio, durante il difficile e lungo percorso di separazione dei propri genitori.

Ciò di cui ci occupiamo, nello specifico, è:

  • Consulenza pedagogica di sostegno alla genitorialità in caso di divorzio con figli minorenni, tramite un accompagnamento nella difficile scelta della separazione.
  • Consulenza pedagogica volta a risolvere problematiche e difficoltà specifiche che i genitori devono affrontare nel periodo della separazione, prima e dopo di essa.
  • Ascolto del minore, dei propri bisogni, attraverso strumenti e metodi propri della pedagogia.
  • Valutazione del contesto di vita del bambino, per tutela e prevenzione di comportamenti a rischio, anche in caso di vittime o minori autori di reato.

Possiamo lavorare insieme ai vostri bambini, per capire quali risorse è possibile sviluppare, affinchè possano rafforzare le loro potenzialità ed aumentare la loro autostima.

In caso di divorzio con figli minorenni, il nostro aiuto può sostenervi nel raccontare ai vostri bambini ciò che sta succedendo all’interno della famiglia e quali cose non cambieranno, ad esempio l’affetto a lui rivolto.

Tra i metodi e le strategie utilizzati, noi puntiamo sull’espressione artistica, sul disegno e sulla scrittura, al fine di individuare i pensieri profondi del bambino e le sue carenze affettive.

Affidatevi al nostro consiglio per creare una rete di conforto in cui i vostri figli possano crescere senza paure e sofferenze, colmando i loro bisogni con la vostra presenza e con giuste linee educative.

× Contattaci!