Bullismo e cyberbullismo: considerazioni di pedagogia criminale.

bullismo e cyberbullismo

Siamo sempre più esposti a episodi di bullismo e cyberbullismo all’interno delle scuole e nella vita privata.

Questo perché la nostra società è sempre più caratterizzata dalla presenza, nel bene o nel male, dei media nella nostra società.

Un telefono non è più un mero strumento di reperibilità, bensì un dispositivo tuttofare per ogni tipo di esigenza.

Allo stesso modo, la Rete, Internet e i social media sono divenuti parte integrante della nostra vita quotidiana, con un uso anche spropositato.

I media rappresentano dunque problemi aperti, di fronte ai quali l’educazione non può non fermarsi per interrogarsi e riflettere.

Ma quali sono i rischi di un precoce utilizzo di tali tecnologie?

Quando possiamo dire di conoscere ciò che sta dietro ad una connessione, ad un sito Internet?

Un’attenzione particolare è da focalizzarsi sulla Rete, su Internet, questo sconosciuto!

Molte sono le trappole che si nascondono in questo mondo tecnologico, se non usato con scienza e coscienza.

Di violenza si parla oggi in tantissimi ambiti: sul posto di lavoro, a scuola, tra i compagni di classe, tra studenti e professori, nella famiglia.

La violenza può però riguardare anche i settori più “oscuri” e sconosciuti della tecnologia in Internet: i social network, che possono rivelarsi autori di reati contro la persona.

I fatti di cronaca ci mostrano come episodi di bullismo e cyberbullismo siano sempre più frequenti.

Con cyberbullismo si intende una forma di violenza psicologica perpetuata attraverso la Rete, ad esempio tramite il furto e la diffusione di dati e video personali, che può sfociare in gravi conseguenze.

Il nostro intervento

Nello specifico, il nostro lavoro si articola in attività distinte, ma correlate fra loro:

  • Progettazione di percorsi di formazione rivolti alle scuole di vario grado con lo scopo di informare i giovani, sensibilizzarli e prevenire fenomeni di bullismo e cyberbullismo;
  • Progettazione di percorsi di formazione, individuali o di gruppo, rivolti ai genitori e agli insegnanti per fornire loro gli strumenti necessari per riconoscere fenomeni di bullismo;
  • Consulenza individuale mirata alla risoluzione di un problema specifico di un minore (che sia bullo o vittima), rivolta al minore stesso e alla sua famiglia.

Grazie all’aiuto ed al sostegno di un esperto vostro figlio sarà in grado, in autonomia, di riconoscere eventuali situazioni sgradevoli in cui può essere coinvolto, reagendo con le proprie forze.

Il vostro bambino imparerà a sviluppare le proprie risorse personali per affrontare le situazioni difficili nei diversi ambiti: scolastico, sportivo, nel gruppo di coetanei.

Con il nostro aiuto potremo sviluppare insieme metodi e tecniche per aumentare la comunicazione in casa, per far sì che il ragazzo possa contare su una stabile rete di sostegno.

Lavoreremo insieme sull’aspetto relazionale all’interno della famiglia, valutando punti di forza e di debolezza e in che modo individuare situazioni di disagio e come prevenirle.

×