Prevenzione delle devianze e delle dipendenze giovanili

dipendenze giovanili

L’adolescenza è una fase di crescita caratterizzata, nella maggior parte dei casi, da fragilità e difficoltà.

La tendenza a compiere gesti trasgressivi nei confronti delle autorità, delle regole, della scuola è una delle modalità con cui, durante questa fase, ci si confronta.

Devianze e dipendenze giovanili quali atti di microcriminalità, comportamenti illeciti, fughe da scuola o da casa, uso di sostanze, dipendenza da gioco o da social network, atti di bullismo, si acutizzano nella società odierna.

Le notizie relative alle condotte devianti minorili sono sempre più in aumento ed i numeri relativi agli episodi di bullismo, perpetrati nelle scuole, anche nei confronti degli insegnanti, sono allarmanti.

Sottolineano le statistiche che il 65% degli adolescenti che sono stati autori di gravi episodi di bullismo, nell’età adulta verranno condannati, almeno una volta, per violazione del codice penale.

Capire quali sono le cause di tali atteggiamenti è importante per una prevenzione del rischio o in interventi di emergenza o consulenze, effettuate attraverso colloqui ed incontri con la famiglia.

Bullismo e cyberbullismo sono fenomeni in aggravamento che richiedono particolare attenzione, così come le“baby gang” e si fa sempre più importante il nostro impegno anche in collaborazione di esperti di informatica forense e scienze delle investigazioni.

Le dipendenze giovanili sono spesso dettate dal disagio e dalla confusione dell’età l’adolescenziale,che spingono verso l’uso di sostanze stupefacenti, le quali estraniano i ragazzi dalla realtà circostante e dando una sensazione di sentirsi più sicuri.

Ciò che ci proponiamo di fare è ascoltare i ragazzi, già nelle aule scolastiche, cercando di sostenere e rafforzare la fragilità del periodo di crescita, con lo scopo di prevenire il rischio di condotte antisociali.

La maggior parte delle volte i minori non sanno di compiere un reato, qual è l’età in cui si risponde delle proprie azioni davanti alla legge e quali sono le conseguenze del loro comportamento.

La condotta minorile deviante è sempre un grido di aiuto, per una situazione di disagio esistente, che spesso non viene colta.

Alcuni disturbi possono essere correlati da un deficit cognitivo di base, familiarità, traumi psicologici o eventi stressanti.

Disagio, devianze e dipendenze giovanili possono nascere all’interno del gruppo di origine dettato da precarietà lavorativa ed abitativa, da privazione affettiva, da un contesto trascurante o svalutante.

Anche l’incoerenza comportamentale ed educativa dei genitori è significativa, la quale genera confusione di ruoli, regole non salde, educazione incoerente.

Il sostegno pedagogico familiare si rivela fondamentale in queste occasioni, agendo in collaborazione con il nostro team di esperti e professionisti nelle diverse discipline forensi e psicologiche.

× Contattaci!