Gli stili educativi genitoriali e lo sviluppo del bambino

stili educativi genitoriali

Cosa sono gli stili educativi genitoriali? Quali sono le caratteristiche di ogni stile?

Quanto influenzano la crescita e lo sviluppo dei bambini?

Sono tutte domande che sicuramente vi sarete posti almeno una volta.

Vediamo di dare una risposta a questi interrogativi, presentando gli stili educativi e indicando quale può essere quello più adeguato ad una crescita armonica dei vostri bambini 😉

Gli stili educativi possono influenzare notevolmente lo sviluppo e la crescita dei bambini.

Sono tutte quelle modalità educative che ognuno di noi utilizza nell’educazione e nella comunicazione con i propri figli, più o meno consapevolmente.

Le modalità educative sono specifiche e corrispondono, infatti, ad uno stile piuttosto che ad un altro.

Tali modalità possono influire, positivamente o negativamente, sullo sviluppo e sulla crescita dei figli, anche nel lungo periodo.

È importante conoscere la propria modalità educativa e di comportamento, per orientare l’azione educativa e andare a modificare o potenziare un certo comportamento nell’educazione dei propri figli.

Esistono tre tipologie di stili educativi genitoriali, vediamoli insieme!

Immaginatevi una linea: ai due poli opposti troviamo lo stile permissivo e lo stile autoritario, mentre al centro troviamo lo stile autorevole, ovvero il più equilibrato per la crescita dei vostri figli.

Lo stile permissivo

  • Basse aspettative nei confronti del figlio, sia di successo che di comportamento;
  • Soddisfazione delle richieste e dei bisogni del figlio, senza però fornire un sistema di regole adeguato all’età e alle esigenze del bambino;
  • Il genitore è presente, ma si rapporta al figlio troppo come un “amico” che come una figura genitoriale, senza essere per lui un modello di comportamento e fornirgli regole e consigli per la crescita.

Il bambino crescerà senza aver interiorizzato un sistema di regole, dunque sarà presente una bassa disciplina e capacità di controllo, scarse abilità sociali e relazionali, un’insicurezza e una bassa autostima e fiducia in se stesso.

Lo stile autoritario

  • Presenza di un sistema di regole troppo rigido, che viene imposto al bambino, e non condiviso;
  • Eccessive aspettative nei confronti del figlio: il genitore autoritario è rigido e inflessibile e non ascolta, e non conosce, i bisogni e i desideri del figlio;
  • Assenza di un modello di comportamento da seguire e feedback e consigli.

A lungo termine, il bambino potrebbe sviluppare una bassa autostima, una bassa autonomia e indipendenza, una forte difficoltà nel socializzare e relazionarsi con il mondo circostante e con gli altri.

Lo stile autorevole

  • Il genitore autorevole fornisce al bambino un sistema di regole positivo, con regole chiare, coerenti e adeguate al livello di sviluppo del figlio spiegando sempre i motivi di tali regole;
  • Il genitore autorevole, infatti, stabilisce regole e linee guida che il figlio è segue in modo democratico, condiviso e partecipato;
  • Non c’è imposizione, invadenza, ma condivisione, comunicazione assertiva e partecipazione tra genitori e figli.

Lo stile educativo genitoriale autorevole è sicuramente quello più idoneo per promuovere lo sviluppo emotivo, sociale e relazionale dei bambini.

Potrebbe interessarti...

Lascia un commento

×