Come dire no ai bambini in modo positivo: una possibilità di crescita

come dire no ai bambini

Come dire no ai bambini in modo positivo?

I “no” sono importanti, così come lo sono le regole e i limiti, ma non sempre è facile definire un sistema di regole in modo positivo.

Spesso, infatti, non si sa come porre limiti ai più piccoli, affinché crescano in un ambiente affettuoso ma anche con delle regole.

Dire sempre di “si”, infatti, non fa bene ai bambini, sia perché non possiamo effettivamente realizzare tutte le loro richieste ma anche per questioni di sicurezza.

Spesso non riusciamo a dire “no” ai nostri figli per paura di ferirli, di apparire poco disponibili o perché abbiamo timore del conflitto.

Eppure i “no” sono indispensabili alla crescita del bambino.

Nonostante ciò, non sempre è facile saper dire di no, spesso perché gli stessi genitori per primi si sentono colpevoli.

Negare qualcosa ai propri figli può essere un vantaggio per la loro vita da adulti, soprattutto se i rifiuti sono accompagnati da spiegazioni per evitare che i bambini inizino a non darci retta.

Proibire costantemente può essere altrettanto negativo che dire sempre “si”.

Per questo, è necessario trovare un equilibrio e soprattutto dire di “no” senza pronunciare questa parola e facendolo in maniera positiva.

Come dire no ai bambini in modo positivo

Una tendenza comune dei genitori è quella di utilizzare costantemente la parola no: “non fare questo” “no quello no”: una incessante ripetizione della parola no.

La continua negazione, però, trasmette ai figli un messaggio negativo, lo stesso messaggio sbagliato che trasmettono i genitori che dicono sempre di si.

In educazione, è fondamentale riuscire a dire no ai bambini in modo positivo, ovvero senza pronunciare la parola no!

Questo comporta un grande beneficio nei bambini:

  • Riusciranno a comprendere meglio il motivo delle regole che devono rispettare;
  • Diverranno più responsabili e autonomi;
  • Capiranno che determinate azioni producono delle conseguenze;
  • Aumenterà la loro autostima.

Consigli per genitori

Le regole devono essere chiare e comprensibili

E’ indispensabile spiegare al bambino quali sono le regole fondamentali.

Raccontiamogli il perché di queste regole e le eventuali conseguenze se non vengono rispettati i limiti.

I bambini devono imparare che ogni azione ha delle conseguenze. 

In questo modo instaureremo un dialogo con il bambino, aiutandolo a modificare autonomamente il proprio comportamento, con la possibilità di prevenire che si producano queste azioni, magari pericolose o negative.

Proponiamo delle alternative

Se vogliamo impedire che il bambino svolga una determinata attività perché pericolosa o semplicemente perché non è il momento per farla, invece di pronunciare la parola “no”, cerchiamo di proporre un’alternativa.

In questo modo, non solo si offre un’altra possibilità ma si rende partecipe il bambino delle decisioni.

Usiamo un linguaggio e un tono di voce adatto

Se perdiamo noi per primi il controllo, probabilmente non riusciremo ad ottenere i risultati sperati e avremo speso energie inutili gridando, rimproverando o lasciandoci andare alla rabbia.

Cerchiamo di parlare con nostro figlio in maniera calma e assertiva.

In questo modo, il bambino si sentirà accolto e magari compreso e probabilmente non metterà in atto comportamenti di tipo oppositivo.

Per approfondire iscrivetevi al nostro corso dedicato proprio alla definizione delle regole in modo positivo 😉

Potrebbe interessarti...

Lascia un commento

×