Per un uso consapevole dei social network: buone pratiche e strategie

uso consapevole dei social network

Siamo ormai consapevoli della grande diffusione e della grande influenza che i media hanno su ognuno di noi, anche su bambini e adolescenti.

Negli articoli precedenti abbiamo affrontato i rischi dei social network, primo fra tutti il cyberbullismo, ma anche potenzialità e i benefici.

Se usati coscientemente, infatti, i social media possono aiutarci in molti aspetti della vita quotidiana: la ricerca di informazioni, la condivisione e la comunicazione.

Per questi motivi è fondamentale educare i giovani ad un uso consapevole dei social network, imparando a districarsi tra i vari linguaggi dei media ed imparare ad approcciarsi con essi in maniera corretta.

Educare ad un uso consapevole dei social network

Fondamentale, per raggiungere questo scopo, è conoscere la Media Education, ampiamente trattata negli articoli precedenti, che vi consiglio di leggere! 😉

Con Media Education si intende un’attività di tipo didattico ed educativo finalizzata a sviluppare negli studenti la capacità di:

  • Comprendere i diversi media e le varie tipologie di messaggi;
  • Utilizzarli correttamente, saper interpretare in maniera critica il messaggio;
  • Essere in grado di generare un messaggio e quindi usare in maniera propositiva i media.

Ciò comporta la promozione di un ruolo attivo e di un atteggiamento critico negli studenti, con lo scopo di formarli alla necessaria competenza mediale.

La Media Education è “esplosa” con la diffusione, su scala mondiale, di Internet e dei social media, ormai onnipresenti e indispensabili.

Siamo tutti ormai consapevoli del fatto che Internet è uno strumento indispensabile, che non dobbiamo guardare con sospetto o con atteggiamenti di chiusura.

Possiamo invece parlarne, conoscerlo e “imparare a conviverci” utilizzandolo in modo educativo, critico e consapevole.

Studiare e vedere Internet non tanto come qualcosa da cui proteggersi, ma piuttosto come un ambiente da frequentare e per il quale bisogna prepararsi adeguatamente.

E’ fondamentale per i genitori, così come per gli insegnanti o gli adulti che hanno a che fare con minori, conoscerlo in tutte le sue potenzialità ed essere pratici di alcuni aspetti che non possono più essere relegati agli “addetti ai lavori”, per poter educare i propri figli ad un uso consapevole dei social network.

Ecco perché Privacy, funzionamento di Facebook, Media Education e sicurezza informatica devono essere concetti che tutti i genitori con figli, bambini e adolescenti, dovrebbero conoscere e padroneggiare.

Utilizzare il web in famiglia: consigli e buone pratiche

Vogliamo ora fornirvi alcuni consigli che potete utilizzare in casa con i vostri figli, per educarli ad un utilizzo consapevole di Internet.

Il dialogo è fondamentale: parlate sempre, spiegate come funziona la Rete internet ed il web, rispondete sempre ai dubbi dei vostri figli, non fate di Internet un tabù!

Stabilite delle regole chiare e precise sull’utilizzo di Internet, definite dei momenti e rispettateli.

Educateli a non utilizzarlo tutto il giorno come passatempo o solo per giocare.

Va utilizzato per un motivo specifico, in modo consapevole e utile: fare una ricerca per la scuola, come sostegno allo studio, condividere informazioni utili, documentarsi su un argomento.

Non permettete poi che l’utilizzo del web vi isoli, ritagliatevi dei momenti e rispettateli: questo vale sia per voi che per i vostri figli!

Piuttosto fate della navigazione in rete una esperienza di famiglia, esattamente come viene fatto per la Televisione.

Perché no, posizionando il computer in un luogo comune, in salotto per esempio, così da educare da subito i minori a cosa e come si cerca online.

Educateli alle diverse situazioni che potrebbero trovare in rete, così da evitare che si imbattano in pericoli o rischi nei loro percorsi di navigazione.

Create condivisione

Sostituite la parola “controllo” con i poteri della condivisione: ciò favorisce autostima e capacità di indipendenza, fiducia e senso di comunità.

Insegnate ai vostri figli una gestione equilibrata e serena dei mezzi tecnologici.

I filtri, come il parental control, possono essere utili, ma il vero filtro da attivare è la capacità critica, di adulti e bambini: dedicare tempo a navigare insieme è un’ottima idea.

Condividere tempo insieme aiuta a conoscere i propri figli e ad usare meglio gli strumenti tecnologici, evitando di abbandonare i minori in balia della rete.

Solo in questo modo imparare a “filtrare” diventerà un’operazione interna, ovvero una capacità della persona e non una questione di impostazioni del computer.

Insegnate a navigare

Aiutate i vostri figli a fare buon uso della curiosità e creatività, imparate insieme a navigare e scaricare materiali interessanti e utili.

Insegnate loro a orientarsi fra i siti più autorevoli, così come a distinguere i siti dannosi e pericolosi, non adatti ai minori.

Utilizzare Internet per una ricerca scolastica o per integrare lo studio è un ottimo modo di utilizzo: insegnate a ricercare contenuti e ad utilizzarli nel modo adeguato.

In altre parole, date voi il buon esempio.

Date il buon esempio

Tutto parte da voi: un bambino non potrà mai capire e apprezzare le incredibili risorse della rete se gli adulti che lo circondano usano internet solo per fare gossip su Facebook o controllare le email.

Utilizzate Internet in modo consapevole e date ai vostri figli il buon esempio.

Solo quando gli adulti impareranno in maniera profonda e usare la tecnologia in modo intelligente, potranno insegnare ai più piccoli a fare lo stesso.

I rischi dei social media: come evitarli

I social network, come sappiamo, nascondono rischi e pericoli e richiedono accortezze particolari.

Innanzitutto, educate i vostri figli a non fornire mai informazioni personali su Internet, in nessuna occasione.

Le password vanno condivise con i genitori e con nessun altro: siate sempre a conoscenza delle password dei vostri figli minori.

Assicuratevi che i vostri figli rispettino i limiti di età nell’utilizzo dei social network.

Spiegate loro cosa significa la sicurezza informatica: formare adolescenti a questa tematica significa avere, domani, adulti consapevoli ed in grado di gestire al meglio degli strumenti di accesso ad Internet.

Allo stesso modo, parlate con i vostri figli di cyberbullismo, fornite loro tutte le informazioni e gli strumenti per riconoscerlo e discutete dei fatti di cronaca, non nascondetegli nulla.

Il dialogo resta il consiglio per eccellenza: parlate sempre con vostri figli di tutti i rischi della Rete e dei social media.

La verità e la conoscenza sono le migliori armi di prevenzione e di protezione.

Se volete approfondire con noi queste tematiche, contattateci o scriveteci!

Potrebbe interessarti...

Lascia un commento

× Contattaci!